Piano triennale per la prevenzione della corruzione e la trasparenza

PTPC

Piano triennale per la prevenzione della corruzione per le istituzioni scolastiche del veneto 2016/2018

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Sommario

1 IL PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. RUOLO E FUNZIONI

1.1  I destinatari, il periodo di riferimento e le modalità di aggiornamento
1.2  Obiettivi

2 GLI ATTORI DELLA STRATEGIA DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE
2.1  L’organo di indirizzo politico
2.2  Il Responsabile della prevenzione della corruzione
2.2.1 Le responsabilità del “Responsabile della prevenzione della Corruzione”
2.3  I Referenti della prevenzione della corruzione
2.4  I Dirigenti scolastici
2.4.1 Le Responsabilità dei Dirigenti scolastici
2.5 Tutti i dipendenti delle istituzioni scolastiche
2.5.1 La responsabilità dei dipendenti
2.6 I collaboratori e consulenti a qualsiasi titolo dell’amministrazione scolastica 2.6.1 La responsabilità dei collaboratori e consulenti a qualsiasi titolo

3 L’OGGETTO E IL CONTESTO NORMATIVO DI RIFERIMENTO
3.1  La Legge 190/2012
3.2  Il concetto di corruzione nella disciplina della L. 190/2012
3.3  Il contesto normativo di riferimento

4 LA GESTIONE DEL RISCHIO
4.1  La gestione del rischio: processo e approccio metodologico
4.2  L’Analisi e la definizione del contesto
4.2.1 Analisi del contesto esterno: caratteristiche culturali, sociali ed economiche del territorio Veneto
4.2.2  Analisi del contesto esterno: caratteristiche criminologiche
4.2.3  Analisi delle caratteristiche delle istituzioni scolastiche emerse in sede di controllo di regolarità amministrativo contabile
4.2.4  Analisi contesto interno: i dati delle scuole del Veneto
4.3  Identificazione del rischio: le Aree di Rischio e i processi
4.4  La mappatura dei processi e il Registro dei Rischi
4.5  L’Analisi e la valutazione del rischio
4.6  Il trattamento del rischio
4.7  Il monitoraggio e reporting
4.8  Sintesi delle fasi e le modalità di coinvolgimento

5 MISURE GENERALI FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
5.1  Trasparenza nelle gare
5.2  Rispetto dei termini di conclusione del procedimento amministrativo e titolare del potere sostitutivo
5.3  Adozione di misure per la tutela del whistleblower
5.4  Formazione in tema di anticorruzione
5.5  Protocolli afferenti l’area di “Affidamento di lavori, servizi e forniture”
5.6  Realizzazione del sistema di monitoraggio del rispetto dei termini, previsti dalla legge o dal regolamento, per la conclusione dei procedimenti

6 ALTRE INIZIATIVE
6.1  Formazione di commissioni
6.2  Le scuole paritarie

7  INDIVIDUAZIONE DEGLI ATTORI ESTERNI ALL’AMMINISTRAZIONE CHE PARTECIPANO ALLA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO NONCHÉ DEGLI STRUMENTI DI PARTECIPAZIONE

8  L’ATTIVITÀ DI CONSULTAZIONE
8.1 I risultati dell’attività di consultazione

9  IL MONITORAGGIO SULL’ATTUAZIONE DEL PIANO

10  COLLEGAMENTO TRA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E OBIETTIVI INCARICHI DEI DIRIGENTI SCOLASTICI 

© Istituto Comprensivo Sant'Ambrogio di Valpolicella - Dante Alighieri

Setup Menus in Admin Panel

X